201501.22
0

Recupero del credito del CTU. Responsabilità solidale delle parti processuali. Quali limiti?

Cassazione Civile, Sez. VI, Sentenza n. 25179 del 8 novembre 2013

La sentenza della Suprema Corte di Cassazione affronta il tema della responsabilità solidale delle parti nei confronti del CTU, anche nel caso in cui vi sia un decreto di liquidazione degli onorari con cui il Magistrato abbia disposto il pagamento a carico di una sola parte.

In primis, i Giudici precisano che il principio della soccombenza attiene soltanto al rapporto tra le parti e non opera nei confronti dell’ausiliario del Giudice; le parti sono quindi obbligate, in solido nei confronti dell’ausiliario al pagamento del suo compenso.

Sin qui la modalità operativa ordinaria, parzialmente ritardata dall’emissione del decreto di liquidazione di cui alla L. 319 del 1980, n. 11, che ha efficacia esecutiva nei confronti di una sola parte. In tal caso, vi è l’obbligo del CTU di proporre preventivamente la domanda nei confronti della parte ivi indicata come provvisoriamente obbligata al pagamento e, solo nel caso di sua inadempienza, di agire nei confronti dell’altra/altre in forza della responsabilità solidale che, in linea di principio, grava su tutte le parti del processo per il pagamento delle spese di CTU. Peraltro, tale responsabilità perdura anche dopo il passaggio in giudicato della sentenza conclusiva del processo, indipendentemente dalla definitiva ripartizione fra le parti dell’onere delle spese. (Sul punto, cfr. ex pluribus, Cass. Civ. 6199/1996; n. 22962/2004 e n. 23586/2008)

In buona sostanza, unico limite del CTU nell’azionare il proprio credito anche nei confronti delle altre parti del processo, è quello di tentare il recupero del proprio credito preventivamente nei confronti del soggetto obbligato per ordine del Magistrato con Decreto di Liquidazione. Solo nel caso in cui tale tentativo sia infruttifero, il CTU potrà liberamente richiedere il pagamento a tutte le parti processuali, per escludere che l’onere di insolvenza di alcune parti venga a gravare sul CTU.

Peraltro, secondo quanto statuito nella sentenza in commento, tale principio non contrasta con il dettame secondo cui la parte vittoriosa non può essere condannata al pagamento delle spese, tenuto conto che, la parte che abbia pagato le cialis discount coupon spese di CTU potrà sempre rivalersi sulla parte soccombente in forza della pronuncia giudiziale favorevole.