201502.15
1

La diversa natura del disconoscimento della scrittura privata rispetto alla querela di falso.

Cassazione Civile, Sez. II, Sentenza del 23 dicembre 2014, n. 27353 La decisione prende spunto da un caso di divisione ereditaria particolarmente complesso. Nel corso del giudizio di primo grado, parte attrice, disconosceva la sottoscrizione del de cuius, apposta su un testamento olografo. Tuttavia, rilevata la tardività della contestazione, il Giudice riteneva detta sottoscrizione implicitamente…

201501.30
0

La Liquidazione degli onorari del CTU – Valutazione da compiersi in base all’accertamento richiesto dal Giudice.

Cassazione Civile, I sez., Sentenza n. 6019 del 25 marzo 2015 La decisione in commento conferma l’indirizzo delle precedenti decisioni sul punto (Cfr. Cass. Civ. n. 7186/2007), secondo cui, la liquidazione del compenso del CTU deve essere effettuata in relazione all’accertamento richiesto dal Giudice e non al tipo di indagini svolte dal CTU per pervenire…

201501.22
0

Recupero del credito del CTU. Responsabilità solidale delle parti processuali. Quali limiti?

Cassazione Civile, Sez. VI, Sentenza n. 25179 del 8 novembre 2013 La sentenza della Suprema Corte di Cassazione affronta il tema della responsabilità solidale delle parti nei confronti del CTU, anche nel caso in cui vi sia un decreto di liquidazione degli onorari con cui il Magistrato abbia disposto il pagamento a carico di una…

201501.22
0

La libertà del Consulente Tecnico d’Ufficio. Poteri e responsabilità.

Cassazione Civile, sez. VI, 23.03.2015, n. 5793   I Giudici della Suprema Corte, sulla scorta di alcuni motivi di ricorso, ne approfittano per chiarire molteplici aspetti dell’attività del CTU nel processo civile, facendo proprie alcune precedenti interpretazioni della Corte ed enunciando principi cardine particolarmente significativi, che possono essere riassunti come segue: – Sui poteri discrezionali…

201412.31
0

La mancata apertura della PEC da parte del difensore non giustifica la mancata notifica del ricorso e del decreto di fissazione d’udienza alla parte resistente

Corte di Cassazione, Sez. Lavoro, Sentenza n. 15070 del 2 luglio 2014 L’art. 125, comma I, c.p.c. stabilisce, sin dal 2011 che, tra le indicazioni che devono obbligatoriamente essere presenti negli atti di costituzione del giudizio, vi deve essere l’indirizzo di posta elettronica certificata del difensore comunicato al proprio ordine e del proprio numero di…

201412.31
0

Inammissibilità della prova per testi del CTU volta a dimostrare la sua inattendibilità.

Cassazione Civile, sez. III, Sentenza n. 8406 del 10 aprile 2014 La Sentenza in epigrafe sottolinea ancora una volta le peculiarità del CTU in ambito processuale, qualificandolo come “ausiliario” tecnico del giudice (art t. 61 e ss. cod. proc. civ.) , che assiste nei suoi compiti di acquisizione e di valutazione delle prove; “Il consulente…

201412.17
0

Equa riparazione: Le disposizioni della “Nuova Legge Pinto del 2012” non hanno efficacia retroattiva.

Cassazione Civile, II sez., Sentenza n. 19897 del 22 settembre 2014 A seguito dell’entrata in vigore delle disposizioni modificative della Legge n. 89 del 2001 (c.d. Legge Pinto), introdotte dal Decreto Legge n. 83 del 2012, alcune Corti d’Appello applicano – anche se solo in via interpretativa – le disposizioni di cui all’art. 55 della…

201403.21
0

Assegno con firma di traenza falsa: Misura della diligenza richiesta alla banca nella rilevazione della falsificazione ed espletamento della Consulenza Grafotecnica.

Cassazione Civile, Sez. III, sentenza del 20 marzo 2014, n. 6515. “Nel caso di falsificazione di assegno bancario nella firma di traenza – la quale presenti, nella specie, “un tracciato assolutamente piatto” – la misura della diligenza richiesta alla banca nel rilevamento di detta falsificazione è quella dell’accorto banchiere, avuto riguardo alla natura dell’attività esercitata,…

201402.26
0

I limiti di indagine del Consulente Tecnico d’Uffico.

Cassazione Civile n. 1266 del 2013 “La Consulenza tecnica d’ufficio costituisce un mezzo di ausilio per il giudice volto ad approfondire cialisforsalecanada la conoscenza dei fatti già provati dalle parti, la cui interpretazione richiede nozioni tecnico scientifiche, e non è un mezzo di soccorso volto a sopperire l’inerzia delle parti; la stessa tuttavia può eccezionalmente…

201402.26
0

La consulenza grafologica su copia fotostatica. Contrasto tecnico-giurisprudenziale ancora in atto.

Cass. Civ., Sez. II, 18 febbraio 2000, n. 1831; “Solo se compiuta sul documento originale – in relazione al quale è configurabile l’accertamento dell’autenticità -la verificazione può utilmente condurre, in alternativa al riconoscimento, al risultato di attribuire la dichiarazione al suo apparente sottoscrittore. Tale  attribuzione non potrebbe essere giustificata dalla verificazione operata su una copia,…